EUROPA ED ENTI LOCALI VERSO IL 26 MAGGIO

EUROPA ED ENTI LOCALI VERSO IL 26 MAGGIO

Manca poco al 26 Maggio, data in cui gli elettori torneranno alle urne per una nuova elezione del parlamento europeo, in un momento in cui il vecchio continente procede a scossoni e col passo incerto verso un futuro per niente scontato. Tra sovranisti, veri o presunti, euroscettici e filo europeisti che da tempo si danno battaglia per assestare il colpo ferale all’avversario, senza però incidere là dove tutto nasce e prospera, attendiamo con ansia il risultato che ne deriverà nella speranza che vi sia discontinuità col passato e cambiamento. Per questo, non sorprende che in Italia ed anche in Sardegna, fresca di elezioni regionali, in tanti provino a riorganizzare politicamente un percorso incentrato sul tema “Europa” partendo proprio dalle grandi contraddizioni che oggi hanno portato tanti cittadini europei a riconsiderare l’utilità dell’istituzione Unione Europea.  In questo contesto a Carbonia, lo scorso 6 Maggio, presso il circolo Soci EuralCoop, si è tenuto un incontro-dibattito dal titolo Governare l’Europa, promossa da Sardegna Europa e da Sinistra Autonomia e Federalismo, introdotto dal professor Gianmario Demuro, al quale è toccato il compito di creare i presupposti per un dibattito sia politico che sociale sul tema Europa, analizzando criticità e punti di forza. In particolar modo ha evidenziato il rapporto che intercorre tra l’Unione e gli stati membri passando per il mercato comune, temi questi assai spinosi e nodali per un cammino istituzionale. Al dibattito, moderato da Alberto Straullu,  sono intervenuti Antonello Cabras, Tore Cherchi, Francesco Piludu, Debora Porrà e Ilaria Portas, riportando ad una dimensione locale la funzione dell’Europa che sembra ormai distante dai cittadini. A questi si sono uniti gli interventi sotto forma di saluti di Luca Pizzuto, Emanuele Cani e Pietro Morittu, quest’ultimo autore di un intervento conciso e accorato verso l’unità, sul significato che oggi ha ancora l’Europa e sul valore delle istituzioni e dell’interazione tra queste e la stessa Unione, oggi sempre più messa in discussione da nuovi focolai nazionalisti.

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *