LA RESPIRAZIONE NEL BODYBUILDING

LA RESPIRAZIONE NEL BODYBUILDING

respirazione

Come sappiamo respirare è un processo involontario.

Nonostante ciò possiamo controllarlo e gestirlo al meglio, ai fini della nostra salute.

Molte discipline sportive danno molta importanza alla respirazione.

Pensiamo al pilates o allo yoga. Tra le prime nozioni che vengono insegnate rientra proprio il controllo della respirazione, per raggiungere sensazioni di benessere e rilassatezza.

Ha un’importanza rilevante anche mentre si svogliono i consueti esercizi di bodybuilding all’interno della palestra.

Ma non tutti gli atleti hanno questa consapevolezza e spesso fanno errori o nutrono diversi dubbi a riguardo.

Ovviamente è compito dell’allenatore, nel momento in cui spiega un esercizio, insegnare a regolare le fasi della respirazione che, se non controllata in maniera adeguata, può causare rischi per il nostro organismo.

Controllare la respirazione significa saper guidare il movimento di vari organi coinvolti in questo processo: il diaframma, la cassa toracica, gli addominali e le spalle.

Le fasi che dobbiamo essere in grado di coordinare sono quella di inspirazione e quella di espirazione nella loro durata complessiva, cercando di evitare di entrare in apnea (trattenere a lungo il respiro).

INSPIRAZIONE

Durante l’inspirazione immettiamo aria ricca di ossigeno nei polmoni, facendo aumentare il volume della cassa toracica.

Gli allenatori insegnano solitamente che questa azione va fatta durante la fase di scarico, chiamata anche fase eccentrica o negativa.

Per farla semplice, quando il peso che stiamo utilizzando torna alla posizione di partenza.

È consigliabile inspirare col naso.

ESPIRAZIONE

L’espirazione è quel processo che, al contrario, permette di espellere l’aria, accumulata precedentemente, tramite le vie aeree restringendo la gabbia toracica.

Gli istruttori consigliano in questo caso di espirare durante la fase di carico della sessione, conosciuta come fase concentrica o positiva.

È il momento in cui il nostro fisico è sottoposto a massimo sforzo.

DA NON FARE!

respirazione

Quante volte ci capita di parlare col nostro amico o vicino, di guardarci intorno durante l’esecuzione di un esercizio?

È un errore da non sottovalutare perché in questo modo distogliamo l’attenzione da ciò che stiamo facendo.

Sembrerà strano, ma focalizzare l’attenzione sulla corretta respirazione crea la condizione ideale per concentrarci sui movimenti che svolgiamo in allenamento.

Un altro sbaglio che spesso commettiamo è quello di trattenere il respiro durante la fase di sforzo.

In questo caso potremmo ricorrere a gravi conseguenze, soprattutto se la fase di carico coinvolge gruppi muscolari della parte superiore del corpo.

Il rischio è quello di “strozzare” le vene e di conseguenza non apportare quantità necessarie di sangue al cuore. Si rallenta cosi anche la sua fuoriuscita verso gli organi periferici con il pericolo di causare capogiri, svenimenti o vista offuscata.

Ricapitolando, mentre eseguiamo un esercizio in palestra, non pensiamo solo ai movimenti, al numero delle ripetizioni o delle serie.

Affinché un allenamento venga svolto in maniera corretta è necessario concentrarsi sul controllo della respirazione per rispettare la sua fisiologia.

Impariamo ad allenare muscoli e anche… la respirazione!

Al prossimo articolo.

Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
  • 33
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *