I VANTAGGI DEL BODYBUILDING

I VANTAGGI DEL BODYBUILDING

UN PO' DI STORIA

 

 

 

 

 

 

 

 

Il bodybuilding è una disciplina che ha iniziato ad assumere un’importanza significativa già dal XIX secolo in Europa.

Questa attività venne inizialmente esercitata all’interno di esibizioni circensi di forza bruta e successivamente estetica del corpo e dei muscoli.

Uno dei precursori del bodybuilding fu l’atleta di origine prussiana Eugen Sandow. Le sue esibizioni nei principali paesi Europei lo resero celebre a livello mondiali e negli anni, con l’intervento di altri pionieri, costanti sperimentazioni permisero di scoprire nuove tecniche di allenamento che portarono ad una continua evoluzione di questa disciplina sportiva fino ad oggi.

Tra i nomi di spicco dei principali sperimentatori, che hanno escogitato i primi sistemi di allenamento avanzati, non possiamo non nominare Arcoria, guida del celebre Arnold Schwarzenegger.

Negli anni 40, il bodybuilding viene riconosciuto sempre più come attività sportiva vera e propria grazie alla nascita di prime associazioni di livello internazionale: la International Federation of BodyBuilding & Fitness (IFBB) e la  National Amateur Bodybuilders Association (NABBA).

Ancora più significante, per il passaggio del bodybuilding da subcultura a sport di livello internazionale, la presenza sulla scena di atleti come Larry Scott, Sergio Oliva, Franco Columbu e lo stesso Schwarzenegger, i primi vincitori di Mister Olimpia.

Ma analizziamo meglio questa attività e scopriamo quali sono i vantaggi per il nostro corpo nell’esercitarla in maniera corretta.

“Bodybuilding” significa costruzione del corpo. Uno sport individuale anaerobico che descrive un allenamento praticato con pesi e sovraccarichi.

Spesso molti si limitano a considerarlo come pratica che tende a sviluppare semplicemente i muscoli per poi potersi mettere in mostra in spiaggia o pavoneggiare tra la folla. Ovvio, ci sono anche quei tipi di atleti!

Ma allenarsi in palestra permette di assumere dei benefici molto importanti in vari contesti:

  • Migliora le prestazioni di altre attività sportive;
  • Migliora il funzionamento dell’apparato cardiovascolare;
  • Rafforza i muscoli respiratori;
  • Migliora l’apparato scheletrico;
  • Aiuta a correggere la postura;
  • Aumenta la forza;
  • È utile in ambito riabilitativo;
  • Favorisce l’equilibrio psicofisico;

Non a caso viene definito “lo sport per gli sport”, attività che permette cioè di potenziare le prestazioni di altre discipline, ma anche di ottenere una salute favorevole, a prescindere da età e sesso, ad ostacolare e migliorare situazioni patologiche.

Il bodybuilding è l’unica disciplina che coinvolge tutti i gruppi muscolari in modo selettivo concentrandosi su fattori quali aumento del volume del muscolo, forza e coordinazione nei movimenti.

L’insieme di questi elementi favorisce lo stimolo dell’ipertrofia muscolare, cioè un processo che comprende l’aumento del volume delle cellule che compongono i vari tessuti muscolari migliorandone la qualità.

Per far sì che questo avvenga in modo adeguato è importante impegnarsi, svolgere in maniera corretta le ripetizioni di ogni esercizio ed essere costanti. Non sempre è valido il discorso pesi maggiori – muscoli più grandi. Questo dipende dalla soggettività di ogni atleta e dai propri obiettivi. Una ragione in più per confermare che il bodybuilding è un’attività adatta a tutti.

LA DONNA IN PALESTRA

Altro mito da sfatare. Il bodybuilding non è uno sport maschile o che garantisce risultati a soli uomini.

Un buon allenamento con i pesi abbinato ad una corretta alimentazione assicura aspetto tonico e forgiato anche alla figura del corpo femminile.

Studi scientifici dimostrano che l’approccio delle donne con il sollevamento pesi, e quindi lo stress fisico provocato da ogni sessione di allenamento, non è molto diverso da quello maschile per quanto riguarda i risultati ottenuti. La differenza tra i due generi ricade invece sulla velocità di contrazione muscolare, più elevata nell’uomo per via del testosterone, che genera potenza e forza.

Il bodybuilding si dimostra adatto alle donne di ogni età.

Efficace inoltre in caso di gravidanza: attraverso un buon progetto di training specifico è possibile ridurre gli effetti negativi causati dal parto; secondo alcune ricerche permette di controllare disturbi provocati dalla menopausa.

L' ANZIANO IN PALESTRA

Quando spesso vediamo un soggetto di una certa età presentarsi in palestra pensiamo: “e questo? Non può farcela! Rischia di farsi male!”

Al contrario, l’allenamento in palestra si rivela efficace e addirittura consigliato.

Dopo una certa età si comincia a soffrire della “sindrome di fragilità” che comprende la perdita di forza muscolare portando ad una minore capacità di coordinazione e velocità nei movimenti quotidiani. Questo provoca un affaticamento maggiore durante la giornata e in molti casi ad una perdita involontaria del peso.

Il sollevamento dei pesi spesso aiuta a contrastare e risolvere le negatività causate da questa sindrome indipendentemente dal sesso dell’atleta: ripristina la forza e la coordinazione muscolare permettendo di affrontare le situazioni quotidiane con autosufficienza.

La muscolatura dell’atleta anziano risponde positivamente all’allenamento, ovviamente non nella stessa maniera di soggetti più giovani tenendo conto anche di differenti tempi di recupero da una sessione all’altra.

BODYBUILDING E PATOLOGIE

Come già accennato il bodybuilding si rivela utile per “curare” diverse patologie:

  • L’obesità: l’allenamento aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo che nel caso dei soggetti in forte sovrappeso rappresenta oltre che un problema estetico, anche un aspetto negativo per la salute. Concentrarsi unicamente su attività aerobiche spesso è insufficiente. Integrando una costante attività di pesistica si eliminano prima di tutto le calorie in eccesso contrastando l’accumulo indesiderato di lipidi, agendo in maniera positiva sul metabolismo dell’organismo.
  • L’osteoporosi: è un problema diffuso soprattutto tra le donne. In questo caso la struttura ossea perde pian piano la sua densità aumentando il rischio di fratture. Il bodybuilding è importante come prevenzione per persone di tutte le età che soffrono di questa patologia. Sollevando i pesi la muscolatura coinvolta stimola la produzione di un nuovo materiale osseo e di sali minerali che permette così di rafforzare quello già esistente. Inoltre una buona muscolatura riduce il rischio di cadute e migliora il controllo dei movimenti corporei.
  • La pressione: il bodybuilding è efficace per l’abbassamento dei valori della pressione. Rinforzando i muscoli il cuore è indotto a lavorare meno durante le attività giornaliere.
  • Il mal di schiena: un’altra patologia che almeno una volta nella vita purtroppo ci ha riguardato. Il classico mal di schiena spesso coinvolge l’area lombare, il collegamento tra tronco, bacino e arti inferiori. Nonostante l’area interessata, le cause possono essere riscontrate nella totalità del corpo (problemi di postura, muscolatura della spalla, articolazioni) che limita l’esecuzione di alcuni movimenti provocando infiammazioni.

La soluzione è quella di lavorare maggiormente sulla struttura del muscolo delle zone del corpo in cui vi è uno squilibrio funzionale muscolare.

Stimolare la produzione di nuove fibre muscolari aiuta a migliorare così la postura e rafforza i muscoli che sostengono la colonna vertebrale, i muscoli addominali e flessori degli arti.

È bene fare dei test con esercizi che permettano di individuare la vera causa del dolore per poi capire se sarà di competenza dell’allenatore o del medico risolverlo.

 

In conclusione, il bodybuilding rientra pienamente tra le attività sportive in grado di migliorare la qualità della vita di ogni individuo. Non limitiamoci a descriverlo come mezzo per la sola esaltazione del corpo, ma attività fondamentale con un ruolo terapeutico. L’allenamento ci aiuta a star bene fisicamente e mentalmente, in molti casi ad avere più sicurezza in noi stessi, consapevolezza del nostro corpo e perché no, affrontare le giornate con più positività!

 

Al prossimo articolo!

Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
  • 42
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *